Facciata ventilata

La SMEA S.r.l. progetta, ingegnerizza e realizza facciate continue a doppia pelle che differentemente dalla tradizionale tipologia di facciata composta da un singolo vetrocamera e da una schermatura esterna ad intercettare la radiazione solare incidente, presenta un ulteriore schermo vetrato, comunemente denominato “pelle esterna”.

Questi, sovrapposto alla singola facciate interna, denominata di riflesso “pelle interna”, crea un intercapedine nella quale l’aria viene posta in ricircolo evacuando all’esterno parte del calore accumulato dalla facciata.

La presenza della pelle esterna consente di ridurre la trasmittanza termica della facciata poiché il vetrocamera interno non è più a contatto con l’ambiente esterno, bensì con l’intercapedine di facciate che presenta una temperatura maggiore.
Il movimento dell’aria all’interno dell’intercapedine ventilata permette di raffreddare sia le superfici vetrate sia la schermatura (veneziana) riducendo considerevolmente il carico termico che confluisce nei locali interni. Il movimento si origina per convenzione naturale (effetto camino) ottenendo un flusso d’aria ascendente la cui intensità cresce al crescere delle temperature dei vetri.

Nel periodo estivo questo ricircolo sarà molto più pronunciato rispetto al periodo invernale nel quale la facciata si mantiene a temperature inferiori.

Qualora, per esigenze architettoniche, l’intercapedine e le sezioni in ingresso/uscita dell’aria presentino dimensioni contenute è comunque possibile garantire il corretto ricircolo tramite ventole di aerazione che forzano il flusso d’aria nell’intercapedine.

La facciata a doppia pelle, agendo sulla movimentazione della schermatura, permette di poter variare il fattore solare g della facciata nell’arco della giornata ottenendo, nelle ore centrali, ovvero nel picco massimo di irraggiamento, un basso fattore solare, analogamente a quanto offerte da un vetro selettivo.

A differenza della tradizionale facciata a singola pelle, le performance della facciata a doppia pelle non possono essere descritte solamente attraverso il fattore solare g e la trasmittanza termica media di facciata U [W/m2K], ma deve essere al contrario considerato il comportamento dinamico del sistema, che si adatta al carico termico esterno.

Per quanto riguarda il benessere degli utilizzatori dell’edificio, la tecnologia a doppia pelle permette di ridurre considerevolmente la temperatura superficiale del vetro più interno di facciata, ciò in quanto i vetri stessi vengono raffreddati dal flusso d’aria che circola nell’intercapedine ventilata, questa riduzione di temperatura, unita alla presenza della schermatura che intercetta parte della radiazione solare esterna, permette di ridurre il carico termico nei locali interni con conseguente riduzione dei costi di climatizzazione.
SMEA SRL
Via Michele Migliarini, 59 B
00173 Roma ITALY
P.IVA 12342351009